Siamo su Dienneti

martedì 27 ottobre 2009

LABORATORIO DI SCRITTURA CANTO II PURGATORIO

vedi qui blog didattici


MARY LEOTTA


1)Coverchia=sovrasta
Cerchia=gira
Bilance =la notte che gira attorno alla terra ,ma diametralmente bopposta al giro del sole,usciva allora dal Gange nel segnobdella Bilancia.
Soverchia= durata del gorno
Per troppa etate= col passar del tempo
Ratto= rapidamente
Il galeotto= il nocchiero”lo reggitore di quel navigio”
Officiali=ministri(gli angeli)
Li argomenti umani= non adopera mezzi x navigare
Vasello= navicella,una barchetta
Pur descipto=descrizione
Sediero=molte anime sedevano dentro
'In exitu Isräel de Aegypto= quandro Isdraele uscì dall’Egitto
Selvaggia parea del loco= inesperta de luogo
Le saette conte=saette infallibili
Gire= raggiungere
Per lo spirare=dal mio respirare
Tragge la gente=e come la gente accorre intorno
Novelle=notizie
Di calcar nessun si mostra schivo=nessuno si sottrae alla calca.
S’affisar=guardarono con intensità
Ombre vane=ombre inconsistenti
Oltre mi pinsi=seguendola avanzai
Ma a te com' è tanta ora tolta?=ma come mai a te è stato tolto tanto tempo??
Fu' da lui ricolto=fu da lui accolto
Però che=poiché li
Tutte mie doglie=tutti i miei affanni
Spogliarvi lo scoglio=liberarvi dalla scorza
Maggior cura=preoccupazione maggiore
Masnada fresca=giunta da poco
Ne sa dove riesca=dal latino mansio”magione” “casa”
Men tosta=meno precipitosa.

2)Dante e Casella
Il viaggio nel PURGATORIO entra subito nel vivo,con due avvenimenti che segnano fortemente il canto:l’arrivo della navicella di anime condotta dall’angelo nocchiero e l’incontro con l’amico e cantore Casella. Nel dialogo Dante chiede a Casella come mai impiegò tanto a raggiungere la spiaggia dell’Antipurgatorio. Casella allora gli spiega che non si tratta di un torto subito, ma l’angelo che ha il privilegio di scegliere le anime da traghettare non gli diede il passaggio questo perchè la giustizia divina attende che sia trascorso il tempo necessario affinchè queste anime dimentichino gli interessi terreni. Quando Casella si trovò nell’Antipurgatorio l’angelo lo accolse con benevolenza ,si diresse con le ali verso il punto in cui l’acqua del Tevere sfocia in mare.
Caronte e l’angelo nocchiero=
Dante dedica ampio spazio poetico all’apparizione miracolosa dell’angelo che conduce la navicella degli spiriti. Il personaggio è infatti una figura di straordinaria bellezza e sacralità.perchè da lui il poeta inizia la conoscenza diretta delle creature celesti. L’angelo riveste anche l’importante ruolo di traghettatore delle anime dalla vita terrena al mondo della salvezza eterna, e in questa funzione corrisponde al Caronte infernale, lui fa una predicazione nel lll canto dell’Inferno a Dante dove dice che il passaggio al regno dei morti dovrà avvenire in altro luogo e su un più agile vascello appunto fa riferimento alle anime del Purgatorio,quindi alla salvezza, naturalmente corrisponde in una situazione simmetrica ma capovolta dal punto di vista escatologico.

CONCETTA RUSSO

Dante e Virgilio nel II canto vedono una luce rosseggiante che appare sulle acque del mare e si avvicina alla spiaggia. Virgilio chiede a Dante di inginocchiarsi e gli comunica che quello che sta arrivando è un angelo, il primo che incontrano nel purgatorio.
Appena l’angelo si avvicina, Dante abbassa gli occhi. Le anime vengono benedette dall’angelo e chiedono ai due poeti consiglio sulla via da intraprendere. Virgilio spiega che anch’essi non conoscono bene quel luogo, perché vi sono appena giunti, attraverso una via faticosa.
Le anime si accorgono che Dante è vivo e si meravigliano; tra queste in particolare una, Casella cerca di abbracciare Dante e gli spiega che anche se era morto qualche tempo prima, era giunto nel purgatorio in quel momento perché prima le anime vengono radunate alla foce del Tevere, dove l’angelo nocchiero le trasporta nella spiaggia del purgatorio. Dante chiede a Casella di confortarlo ed egli canta “Amor che ne la mente mi ragione”. Arriva Catone e li rimprovera per l’indugio. Le anime insieme ai poeti si dirigono verso la costa del monte, correndo come colombe spaventate da un improvviso rumore.
1) Coverchia=sovrasta; cerchia=ruota; Bilance= costellazione della Bilancia; Soverchia=diventa più lunga del giorno; Per troppa etate= con l’avanzare del giorno; Ratto= rapida; Il galeotto= l’angelo nocchiero; Officiali=ministri del cielo; Li argomenti umani= strumenti degli uomini; Vasello= barca; Pur descipto=descrizione; Sediero= sedevano; 'In exitu Isräel de Aegypto= Israele nell’uscita d’Egitto; Selvaggia parea del loco= sembrava inesperta del luogo;
Le saette conte=raggi infallibili; Gire= per andare; Per lo spirare= per lo stupore; Tragge la gente= accorono le persone; Novelle=novità;
Di calcar nessun si mostra schivo=nessuno si sottrae alla calca; S’affisar= si rivolsero; Ombre vane=ombre inconsistenti; Oltre mi pinsi= mi spinsi oltre;
Ma a te com' è tanta ora tolta?=ma come mai a te è stato sottratto tanto tempo?; Fu' da lui ricolto= sono stato accolto da lui; Però che=poiché;
Tutte mie doglie=tutti i miei affanni; Spogliarvi lo scoglio=liberarvi dal peccato; Maggior cura=preoccupazione maggiore
Masnada fresca=schiera di anime giunta da poco; Ne sa dove riesca=dal senza sapere dove vada; Men tosta=meno precipitosa.
2)Casella chiede a Dante come mai è nel Purgatorio se è vivo, ed egli spiega che gli è stato concesso questo viaggio per ottenere la salvezza eterna dopo un adeguato periodo di espiazione nel purgatorio. Dante chiede a Casella come mai ,essendo morto già da un pezzo, sia arrivato li, solo in quel momento, ed egli risponde che l’angelo nocchiero imbarca le anime seguendo la volontà di Dio e non gli è stato fatto nessun torto.
3) Caronte nel III canto dell’inferno traghetta le anime dal fiume Acheronte fino all’altra sponda. Quando si accorge che Dante è vivo lo ammonisce , però poi interviene Virgilio che gli spiega la loro condizione.









5 commenti:

Anonimo ha detto...

Buonasera Prof.ssa
1)coverchia=sovrasta;
cerchia=gira intorno;
bilance=il sole che gira intorno alla terra;
soverchia=la durata del giorno;
per troppa etate=per troppo tempo,per tanto tempo;
ratto=velocemente,rapidamente;
il galeotto=il reggitore della nave;
li argomenti umani=nessun mezzo per navigare;
vasello=barchetta;
pur descipto=descrizione;
officiali=(gli angeli);
sediero=tante anime vi erano dentro;
in exitu israel de aegypto=quando israele uscì dall'egitto
selvaggia parea loco=sconosciuta,inesperta del luogo;
le saette conte=saette sicure;
gire=raggiungere,arrivare;
per lo spirare=dal mio respiro;
tragge la gente=la gente accorre,viene intorno;
novelle=notizie;
s'affissar=guardarono con intensità;
ombre vane=ombre astratte;
oltre mi pinsi=seguendola avanzai;
tutte mie doglie=tutti i miei dolori,affanni;
però che=poichè lì;
spogliarvi lo scoglio=liberarvi della scorza;
maggior cure=maggiore preoccupazione;
masnada fresca=arrivata da poco;
men tosta=più tranquilla,meno precipitosa;

Yvi ha detto...

Buona sera prof.. ecco le mie risposte..

numero 1

1.Coverchia- SOVRASTA
2.Cerchia- GIRA
3.Bilance- COSTELLAZIONE DELLA BILANCIA
4.Soverchia- DIVENTA Più LUNGA DEL GIORNO
5.Per troppa etate - COL PASSAR DEL TEMPO
6.Ratto - RAPIDA
7.Il galeotto - L’ANGELO NOCCHIERO
8.Officiali - MINISTRI DEL CIELO
9.Li argomenti umani - GLI STRUMENTI DEGLI UOMINI
10.Vasello - BARCA
11.Pur descipto - DESCRIZIONE
12.Sediero - SEDEVANO
13.'In exitu Isräel de Aegypto- ISRAELE ESCE DALL’EGITTO
14.Selvaggia parea del loco - SEMBRAVA INESPERTA DEL LUOGO
15.Le saette conte - RAGGI INFALLIBILI
16.Gire - RAGGIUNGERE
17.Per lo spirare - PERLO STUPORE
18.Tragge la gente - LA GENTE ACCORRE INTORNO
19.Novelle - NOTIZIE
20.Di calcar nessun si mostra schivo - NESSUNO SI SOTTRAE ALLA CALCA
21.S’affisar - GUARDARE CON MOLTA INTENSITA’
22.Ombre vane - OMBRE INCONSISTENTI
23.Oltre mi pinsi - AVANZAI SEGUENDOLA
24.Ma a te com' è tanta ora tolta? - MA COME MAI TI E’ STATO TOLTO MOLTO TEMPO?
25.Fu' da lui ricolto - FU DA LUI ACCOLTO
26.Però che - POICHE’
27.Tutte mie doglie - TUTTI I MIEI AFFANNI
28.Spogliarvi lo scoglio - LIBERARVI DAL PECCATO
29.Maggior cura - MAGGIORE PREOCCUPAZIONE
30.Masnada fresca - GIUNTA DA POCO
31.Ne sa dove riesca - SENZA SAPERE DOVE ANDARE
32.Men tosta - MENO PRECIPITOSA


numero 2

Nel II canto del Purgatorio, Casella chiede a Dante come mai essendo nel Purgatorio egli è vivo, allora Dante gli spiega che questo viaggio gli è stato concesso per ottenere la salvezza eterna dopo un periodo di espiazione. Solo allora Casella spiega a Dante che è arrivato in quel preciso momento perché l’angelo nocchiero imbarca le anime seguendo la volontà di Dio.

numero 3

Nel III canto dell’ Inferno è Caronte che traghetta le anime dal fiume Acheronte fino all’altra sponda. Invece l’angelo nocchiero imbarca tutte le anime secondo la volontà di Dio.

Anonimo ha detto...

2)
Casella chiede a dante come mai si trova nel purgatorio ed egli interviene dicendogli che fà questo viaggio per ottenere la salvezza divina.Successivamente dante pone una domanda a Casella domandandogli come mai lui fosse arrivato in quel preciso istante ed egli spiega che nomn è per volontà sua ma per volontà di Dio.
3)caronte nel 3 canto ha il compito specifico di trasportare le anime arrivate da una sponda all'altra.egli come appena si accorse che Dante era ancora vivo lo ammonisce ma subito intervenne Virgilio e spiegò la situazione e il motivo per cui loro erano lì.
Maccarrone Giuseppe IV E

Anonimo ha detto...

1) Coverchia=sovrasta; cerchia=ruota; Bilance=nella costellazione della libra; soverchia=supera; per troppa etate=prendono via via; ratto=velocemente; galeotto=nocchiere,timoniere; piega le mani=congiunge le mani; officiali=ministri di dio; argomenti umani=i mezzi usati dagli uomini; vasello=barca; pur descripto=solo a sentirlo scrivere; sediero=sedevano; In exitu Israel de Aegypto'= Quando Israele uscì dall'Egitto; selvaggia parea del loco=sembrava inesperta del luogo; con le saette conte=con le freccie infallibili; gire=sale;per lo respirare=perchè respiravo; tragge la gente=la gente va incontro; novelle=novità; di calar nessun si mostra schivo=e dal far ressa si trattiene; s'affisar=si rivolsero; ma a te com'è tanta ora tolta?=come mai ti è stato sottratto tanto tempo?; fu da' lui ricolto=salito a bordo; però che=poichè; mie doglie=tutti i miei dispiaceri; spogliarvi lo scoglio=togliervi la scorza; maggior cura=da una preoccupazione più grande;masnada fresca=gruppo di anime appena arrivate("masnada"=provenzalismo); nè sa dove riesca=dove va a finire; men tosta=meno veloce. 2)Dialogo: Dante-Casella Dal verso 91 al verso 105,troviamo un dialogo tra Dante e Casella (musico e cantore,morto prima della primavera del 1300),il quale chiede a quest'ultimo,come mai,lui già morto da diversi mesi,era giunto solo allora nella spiaggia del purgatorio. L'amico Casella risponde dicendogli,infine,che l'angelo seguendo il volere di Dio raccoglie solo chi vuole sulla sua nave,scegliendo fra le anime adunate alla foce del Tevere. Francesca Auditore IV E

Anonimo ha detto...

1)
CORVERCHIA= SOVRASTA
CERCHIA= GIRA
BILANCE= COSTELLAZIONE DELLA BILANCIA
SOVERCHIA=SUPERA
PER TROPPA ETATE=PER TANTO TEMPO
RATTO=RAPIDAMENTE
IL GALEOTTO= ANGELO NOCCHIERO
LI ARGOMENTI UMANI=I MEZZI UMANI
VASELLO=BARCA
PUR DESCIPTO=DESCRIZIONE
OFFICIALI=ANGELI
SEDIERO=SEDEVANO
IN EXITU ISRAEL DE AEGYPTO=ISRAELE ESCE DALL'EGITTO
SELVAGGIA PAREA LOCO=SEMBRAVA INESPERTA DEL LUOGO
LE SAETTE CONTE=RAGGI INFALLIBILI
GIRE=RAGGIUNGERE
PER LO SPIARE=PER IL RESPIRO
TRAGGE LA GENTE=LA GENTE ACCORRE
NOVELLE=NOVITà
S'AFFISSAR=GUARDAR FISSO
OMBRE VANE=OMBRE ASTRATTE
OLTRE MI PINSI=SEGUENDOLA AVANZAI
TUTTE MIE DOGLIE=TUTTI I MIEI DOLORI
PERò CHE=POICHè
SPOGLIARVI LO SCOGLIO=LIBERARVI DAL PECCATO
MAGGIOR CURE=MAGGIOR PREOCCUPAZIONE
MASNADA FRESCA=ARRIVATA DA POCO
MEN TOSTA=MENO PRECIPITOSA


2)Dante incontra Casella che gli chiede come mai si trva anche lui lì essendo vivo e Dante gli spiega che deve fare questo viaggio per ottenere la salvezza eterna .Dante chiede a Casella il perchè arriva giusto in quell'istante e Casella gli spiega che l'angelo nocchiero per volontà di Dio imbarca le anime
3)L'angelo nocchiero porta le anime seguendo la volontà di Dio mentre Caronte aveva compito di trasportare le anime dal fiume Acheronte all'altra sponda
Sonya Marino